Bersani: ‘Un Ulivo 4.0’

Pier Luigi Bersani, the front-runner for next month's parliamentary elections opens his electoral campaign in Rome, Italy on January 17,2013. Italian elections are scheduled for february 24. Pier Luigi  Bersani is favourite to be Italy's next Prime Minister. Photo by Eric Vandeville/Abaca/LaPresseOnly Italy
Pier Luigi Bersani

 

“L’Ulivo che ho in mente non è un revival del passato, è un Ulivo 4.0.”
Così Bersani, chiarisce:
“Non possiamo rassegnarci all’idea di un soggetto chiuso nel proprio campo, serve una pluralità che vada dalla sinistra radicale al civismo – e prosegue  – Un Ulivo che abbia una solida cultura costituzionale e punti a mettere insieme la pluralità del centrosinistra”.
Sulla forma dell’Ulivo 4.0 Bersani specifica:
“La troveremo”.

Annunci

2 pensieri su “Bersani: ‘Un Ulivo 4.0’

  1. “Quando dico Ulivo dico qualcosa che ha una solida cultura costituzionale e punta a mettere insieme la pluralità del centrosinistra. Non possiamo rassegnarci all’idea di un soggetto chiuso nel proprio campo”, spiega a cronisti che lo assediano in Transatlantico a Montecitorio. “Serve una pluralità che vada dalla sinistra radicale al civismo. Poi le forme in cui questa idea si potrà realizzare la troveremo. L’Ulivo che ho in mente non è un revival del passato, è un Ulivo 4.0″, dice l’ex segretario.
    Un progetto che dovrebbe coinvolgere tutti i prodiani che si sono schierati contro Renzi, pezzi di mondo cattolico popolare che non ha mai digerito l’ascesa dell’ex premier. Un settore che ha come portabandiera la presidente della commissione Antimafia Rosi Bindi che potrebbe allargarsi fino all’ex premier Enrico Letta che sta alla finestra a Parigi. Dalle parole di Bersani sembra anche di capire il progetto si potrebbe allargare anche al movimento che si sta raggruppando intorno a Massimo D’Alema e alla nascente Sinistra italiana che a fine mese celebrerà il suo congresso costituente a Rimini. Sbocco quasi scontato visto che nel 1995 fu proprio D’Alema ad investire politicamente su Romano Prodi e l’Ulivo e che la sinistra che si riunisce a Rimini ha sempre avuto un rapporto privilegiato con l’Ulivo. <<< Più chiari di così Non si può ! Prima il Congresso che, non deve essere una ” gazerbata ” dove chiunque possa andare a votare. Congresso VERO senza interferenze di Estranei di qualsiasi colore di partito o movimento.Profonda ed Aperta Discussione dei Reali problemi della Gente e del Paese con tutte le sue contraddizioni,Disparità in termini di Lavoro, dei Diritti e Sicurezza che devono essere affrontate e Risolti. Garanzie per la Elezione, DEMOCRATICAMENTE del Segretario e dei gruppi Dirigenti che, devono Garantire Presenza con Diritti e Doveri per tutte le Culture interne al Partito Democratico. Nuova Legge Elettorale che Garantisca la Partecipazione Democratica con Collegi piccoli , in entrambe le Camere che dovranno essere Elette dall’intero Corpo Elettorale. Qualunque sarà la Legge Elettorale, Non dovranno esserci ” capi lista ” BLOCCATI per Evitare , che Soli 6 persone- partiti e movimenti di proprietà personale o di gruppi o di interessi- possano decidere di DESIGNARE il 70% di Deputati e Senatori >>> !!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...