Le sorti del mondo in mano ad un accordo ‘misterioso’ L’opinione pubblica si solleva a favore di un Trattato che non voleva. In calce il link alla diretta dalla Camera dei Deputati

Stiamo tutti tremando sulle sorti del mondo.

L’era Trump ci sta regalando una incertezza in più, e non è da poco.

L’annuncio della revoca dal Trattato Tpp (Trans Pacific Parnership) da parte della nuova Presidenza americana ha  messo in subbuglio l’intero pianeta.

Ma sappiamo esattamente cosa è questo Tpp?

Si tratta di un progetto di accordo commerciale la cui negoziazione ha avuto inizio nel 2005, quando  fu proposto con il nome di Trans-Pacific Strategic Economic Partnership Agreement (TPSEP o P4). I paesi partecipanti si erano posti l’obiettivo di terminare i negoziati nel 2012, ma questioni controverse riguardanti l’agricoltura, la proprietà intellettuale, i servizi, e gli investimenti, la liberalizzazione dei mercati, hanno determinato il prolungamento delle negoziazioni fino al mese di ottobre 2015.

 Il 12 novembre 2011, i nove paesi del Partenariato Trans-Pacifico hanno annunciato che il TPP ha lo scopo di “promuovere gli scambi e gli investimenti tra i paesi partner TPP, per promuovere l’innovazione, la crescita economica e lo sviluppo, e per sostenere la creazione e il mantenimento di posti di lavoro”.

Sostanzialmente, però, il Trattato è stato sempre mantenuto segreto, mai diffuso alla stampa, innescando seri dubbi sulla reale portata espansiva degli accordi, e le clausole controverse trapelate attraverso Wikileaks.

Nel mese di ottobre 2015, i paesi partecipanti alle sessioni negoziali hanno annunciato il raggiungimento di un accordo da sottoporre a ratifica nei singoli ordinamenti statali.

Il 4 febbraio 2016 il partenariato viene firmato a Aucklan, in Nuova Zelanda.

Il 23 gennaio 2017 il presidente americano Donald Trump firma un ordine esecutivo per ritirare formalmente l’adesione degli Stati Uniti al trattato.

Per Obama era una priorità perché attraverso di esso passavano anche questioni di equilibri e  sicurezza internazionale

In seguito il Tpp l’Europa creò il suo  Ttip (Transatlantic Trade and Investment Partnership) gemello del Tpp.

Se vogliamo il Tpp all’Europa non dovrebbe interessare se non fosse per il fatto che gli equilibri internazionali  vengono interamente stravolti rispetto agli attuali e questo all’Europa, invece, interessa molto.

I problemi principali del Tpp erano, e restano, sostanzialmente due:

  • proprietà intellettuale : I problemi principali erano due: 

     Il capitolo IP ha ampie ripercussioni negative per gli utenti riguardo ‘la libertà di espressione e  diritto alla privacy. Alcuni capitoli dell’accordo incoraggiano invece l’invio dei dati personali attraverso i confini, con una protezione limitata per la privacy, permettendo grandi giochi alle multinazionali straniere anche riguardo la ‘guerra’ tra loro per la concorrenza. 

  •  mancanza di trasparenza: L’intero processo si è chiuso al di fuori della partecipazione multi-stakeholder ed è stata avvolta nel segreto.

IL TTIP è il gemello europeo del Tpp

 

In Italia il dibattito è ancora in corso presso il Parlamento, spezzettato in varie tematiche. Quella di più interesse per il nostro paese è il #dumping, ossia la contraffazione dei prodotti Made in Italy che arreca un grave danno all’economia ed all’immagine del nostro paese.

 La Commissione Attività produttive, della Camera dei Deputati,  nell’ambito dell’esame congiunto della Comunicazione della Commissione al Parlamento europeo, al Consiglio europeo e al Consiglio “Verso una politica commerciale solida per l’Ue nell’interesse della crescita e dell’occupazione” e della Proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio che modifica il regolamento (Ue) 2016/1036 relativo alla difesa contro le importazioni oggetto di dumping da parte di paesi non membri dell’Unione europea e il regolamento (Ue) 2016/1037 relativo alla difesa contro le importazioni oggetto di sovvenzioni provenienti da paesi non membri dell’Unione europea, svolgerà l’audizione del Ministro dello Sviluppo economico, Carlo Calenda.

Il link alla diretta in corso

http://webtv.camera.it/evento/10519

 

 

 

 

Annunci

Un pensiero su “Le sorti del mondo in mano ad un accordo ‘misterioso’ L’opinione pubblica si solleva a favore di un Trattato che non voleva. In calce il link alla diretta dalla Camera dei Deputati

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...