Padoan, Ue in pericolo; non può occuparsi solo di banche

Padoan bis

 

 Il panico da Brexit colpisce soprattutto i britannici, e solamente ieri mattina ben 31 inglesi e quattro scozzesi hanno chiesto rispettivamente ai consolati di Londra ed Edimburgo come ottenere il prima possibile la cittadinanza italiana: lo fanno sapere all'AGI fonti diplomatiche, che sottolineano come molte di queste persone abbiano lontani parenti italiani e, in virtu' di questo fatto, stiano ora cercando di ottenere da Roma il passaporto. Diverse persone hanno chiesto direttamente ai consolati quali siano i documenti da presentare, anche con una certa urgenza. Si stima che nei prossimi giorni il numero delle domande di questo tipo, assai rare fino a ieri, sia destinato ad aumentare.

Anche il Presidente del Consiglio si sente un po’ preoccupato per l’indice di gradimento di questa Europa e spinge per ‘riformarla’

 

“Si è avviata una doppia reazione a Brexit, finanziaria e politica. Ma la reazione finanziaria, almeno finora, è limitata. Mi preoccupa di più quella politica”.

Così il ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan, in un’intervista sul ‘Il Corrire della Sera’.

“Dobbiamo pensare l’impensabile. C’è un cocktail di fattori – spiega il ministro – che potrebbe portare a varie soluzioni, compresa un’ulteriore spinta alla disintegrazione. C’è un’insoddisfazione profonda su immigrazione, sicurezza, economia: l’occupazione e la crescita migliorano, ma non abbastanza. E c’è la tendenza a pensare che le soluzioni nazionali funzionino meglio di quelle europee”. Secondo Padoan, invece, è il momento di rilanciare l’Europa. “Di rilanciarla e di cambiarla. L’Italia ha fatto le sue proposte. Da mesi è sul tavolo il documento del ministero dell’Economia, fatto proprio dal governo, che dice: le priorità sono l’occupazione, la crescita, il benessere, l’eguaglianza. L’Europa non può occuparsi solo di banche. Le stiamo stabilizzando, continueremo a farlo; ma dobbiamo occuparci anche dei cittadini. Perché qui c’è un problema di consenso sociale diffuso: bisogna che i cittadini ricomincino a pensare che l’Europa sia una buona idea”.

L’Italia, prosegue il ministro, chiede “una politica comune che non riguardi solo l’unione bancaria, ma l’immigrazione, la sicurezza e la lotta alla diseguaglianza. La diseguaglianza è aumentata in Europa perché la crescita è bassa. Se si cresce di più, se c’è più lavoro, c’è meno diseguaglianza. La diseguaglianza ostacola la crescita, non la favorisce. Dobbiamo essere capaci di autocritica e collegare meglio crescita, lavoro, welfare ed eguaglianza. A cominciare dalla proposta italiana di un’assicurazione contro la disoccupazione ciclica”. Quanto invece ai possibili contraccolpi per l’economia italiana: “Qualcosa cambia: facciamo parte di un’area integrata. Forse cambia meno che per altri Paesi. Lo ripeto: l’impatto su mercati finanziari, Borse, titoli di Stato non riguarda in particolare l’Italia”. Quanto ai riflessi delle decisioni dei britannici sulle politiche economiche italiane “Stiamo lavorando – prosegue Padoan – su cosa fare degli spazi di finanza pubblica, e continueremo. Brexit certo non ci distoglie. Ma dobbiamo anche essere molto chiari: non è da escludere che in seguito alla Brexit, per ragioni indipendenti da noi, il quadro economico peggiori, e ci sia una minore crescita. Questo avrebbe ripercussioni sulla finanza pubblica. Mi auguro di no. Ma è nell’ordine delle cose”. Sulle prossime scadenze e, in particolare sul referendum di ottobre: “In Italia il modo per battere il No è spiegare perché si fanno le riforme. Il successo delle riforme dipende anche dal fatto che si spieghi alla popolazione perché un Paese deve riformarsi”. (fonte AGI)

Brexit, Padoan: «Per l’Europa rischio disintegrazione, la Ue non può occuparsi solo di banche» ← link all’intervista del Corriere della sera

 

 

 

Un pensiero su “Padoan, Ue in pericolo; non può occuparsi solo di banche

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...