Bersani commenta alla Camera: ‘Aumentano i consumi,sì, ma dei Suv, invece diminuiscono quelli alimentari …’

 

bersani santoro 0

Roma, 24 mag. (askanews) –

Matteo Renzi compie un errore se spacca il Paese sulla riforma costituzionale, nella società, non solo italiana, si muovono pulsioni preoccupanti e bisogna lavorare per unire, non per creare fratture e se così non sarà “io non ci sto, mi venite a trovare a Bettola, da solo”.

Pierluigi Bersani conversa con i cronisti alla Camera e ribadisce le sue critiche all’impostazione data dal presidente del consiglio alla campagna referendaria.

“Non possiamo andare avanti cinque mesi con questi toni, con questa contrapposizione… Così rischiamo una spaccatura del Paese che poi dura anni. E il problema non è Grillo, è la destra come in Austria: noi non sappiamo cosa bolle, non sappiamo cosa può venir fuori, ormai le persone decidono cosa votare nell’ultimo quarto d’ora. La gente è disamorata della democrazia – insiste Bersani – aumentano i consumi, si… Ma dei suv, mentre diminuiscono quelli alimentari. Non sappiamo cosa può venir fuori”.

La campagna per il referendum, allora, andrebbe corretta

 “Per questo – dico che bisogna ricucire anche con il fronte del no, invece lui spacca, dice che sono tutti vecchi… Il Pd, prima del referendum, faccia la sua proposta per l’elezione diretta dei senatori, sarebbe un gesto distensivo”. Meglio ancora se si fa un’apertura anche sull’Italicum: “Io direi anche ‘se il referendum va bene e ci rassicura, magari correggiamo anche l’Italicum’…”.

Bersani, poi, torna sulla polemica sui partigiani

“Dicono che io ho strumentalizzato le parole della Boschi! E la frase su Ingrao? Appena incontro un renziano gli do un consiglio: se parliamo di monocameralismo, allora mettete la foto di Lenin dietro alla Boschi. Più monocameralismo del soviet non c’è…”.

L’ex segretario conclude

“C’è un conformismo incredibile…”. In ogni caso, su una linea che spacca il paese “io non ci sto, ho fatto uno sciopero anche da solo da giovane… Mi venite a trovare a Bettola da solo”.

Poi Bersani pubblica due post sui social network

Bersani

 

 

Come risposta alle dichiarazioni di Renzi rilasciate al Corriere della Sera ←link all’intervista completa

L’accordo con Verdini: «Grato ad Ala per unioni civili»

Secondo Renzi, non c’è da scandalizzarsi per gli accordi con Verdini:

«Io lo so benissimo che non abbiamo vinto le elezioni, e so di essere presidente del Consiglio non per merito elettorale. Se avessimo preso il risultato del 2014 avremmo governato da soli, ma purtroppo non abbiamo vinto. All’improvviso si è svegliato chi votava la fiducia con Verdini e faceva accordi con Verdini. Oggi sembra che Verdini sia il mostro di Loch Ness, ma era l’uomo che per Forza Italia trattava con la prima linea del Pd di Bersani. So anche di non essere stato il primo: sono stato chiamato dopo un anno di Letta. Le riforme però si possono fare anche se ci sono i voti di Ala e Verdini. Io sono grato a loro per aver dato il voto sulle unioni civili, altrimenti non avremmo la legge, perché i Cinque Stelle non l’avrebbero votata». Cosa cambierà con la prossima legge elettorale? «Con questa legge sarà chiaro chi vince. Sia Hollande che il verde in Austria hanno potuto vincere grazie al ballottaggio».

Ma Renzi nell’intervista ha parlato anche del caso Napoli

Il rebus Napoli

(…) Questo è il Parlamento che ha aumentato le pene per chi corrompe, chi è corrotto». Poi c’è «una parte amministrativa», sottolinea il premier. «Gli assessori della giunta de Magistris erano nel corteo a manifestare contro di noi, quando siamo andati a Napoli: con la sua amministrazione non si lavora. Ogni realtà fa le valutazioni che ritiene di fare sul territorio. Noi lavoreremo col sindaco di Napoli, chiunque egli sarà». E i candidati impresentabili? «Se nel Comune di Napoli si candidano delle persone che non sono votabili,non posso occuparmene io: non mi metto a discutere se un candidato ha un nipote o un parente dubbio. Poi ciascun partito farà le proprie valutazioni. Le questioni che riguardano le singole città, riguardano le singole città. C’è libertà di scelta. Ciascun partito farà le sue valutazioni, io spero che nel Pd vengano candidate sempre persone presentabili ogni tanto qualcuno può scapparci», ma «gli elettori voteranno chi vogliono. Il presidente del Consiglio non si occupa» delle liste», chiarisce Renzi.

Gomorra? «Giusto raccontare la realtà»

Gomorra diseducativa? «No. diseducativa è la camorra, il fatto che si raccontino certe realtà è un bene. La camorra è il problema del Sud, è la criminalità che va raccontata. Bisogna raccontare anche le cose che funzionano, certo. C’è anche molta parte positiva, che bisognerebbe valorizzare. Certo, i ragazzi vanno incoraggiati: ma non negando la realtà. Bisogna fare anche un lavoro sulle scuole».

bersani la7 sei

Un pensiero su “Bersani commenta alla Camera: ‘Aumentano i consumi,sì, ma dei Suv, invece diminuiscono quelli alimentari …’

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...