Qui prodest

intervista a Bersani

Al Corriere Bersani anticipa che la sinistra a Roma non sosterrà Giachetti:

«Daremo una mano a Roberto Morassut, persona seria e capace che conosce la Capitale».

Un chiaro endorsement confermato da Roberto Speranza, che ieri ha presentato l’ultimo libro di MorassutRoberto è il candidato della sinistra».

Morassut è un ex assessore delle giunte Veltroni.

«Almeno su Roma le idee sono chiare» –  sottolinea Bersani

Cuffariani nel Pd, Bersani: “Non siamo porto dove può sbarcare chiunque”

 

E’ quanto ha sostenuto l’ex Segretario Pd a margine di una iniziativa organizzata da Nens, l’Associazione che fa capo a lui e a Vincenzo Visco

4

 

Amministrative e tesseramento, ecco i due fronti dello scontro interno al Pd. Ma anche economia, valori, identità, politiche.

I dati delle iscrizioni al Pd, se confermati, sono da allarme rosso. A Bologna, un tempo cuore «rosso» d’Italia, le tessere sono scese dalle 26 mila del 2010 a undicimila.

Dati che Nico Stumpo, ex responsabile Organizzazione, commenta così: «Facciamo fatica a tesserare i nostri e gli unici che si iscrivono in massa sono gli amici di Cuffaro? È sintomatico».

Partita in sordina con l’intervista all’Huffington Post di Totò Cuffaro — l’ex governatore siciliano che ha scontato quasi cinque anni di carcere per aver favorito la mafia — la polemica sulle tessere che grandinano a pacchetti dai cieli del centrodestra è destinata a divampare.

«Qui non è questione di Verdini o di Cuffaro — si appassiona Bersani — è che non possiamo accettare un fenomeno molecolare che riguarda tutta l’Italia, altrimenti saranno gli elettori ad andarsene».

 

Bersani, attacco a Renzi: “Pd non è un porto dove possa sbarcare chiunque”

Bersani: se nel Pd entra certa gente non so più se ci voglio stare

 

Il timore della minoranza è quello di una “mutazione genetica” del partito, come spiega Roberto Speranza, l’ex capogruppo dei deputati dem.

Anche il senatore bersaniano Miguel Gotor esprime le sue paure: “Il passaggio dalla rottamazione alla restaurazione del gattopardo renziano tradisce la vocazione del Pd – attacca – come forza ancorata ai valori dell’Ulivo, che mette al centro la lotta alla mafia. Non vorrei trovarmi l’avversario in casa…”.

Il deputato della minoranza Davide Zoggia, in missione in Sicilia, denuncia un “malessere generale tra gli elettori” e chiede al premier-segretario Matteo Renzi di prendere le distanze dalla “cuffarizzazione del Pd”. 

“Basta ambiguità, l’area di Cuffaro è incompatibile con il Pd e congelare le tessere non basta. Operazioni di questo genere, come già quella di Denis Verdini, vanno stoppate con chiarezza”. – ha detto Bersani

Nel mirino c’è il sottosegretario Davide Faraone in quanto è con la “sua Leopolda sicula” che sono entrati in massa i cuffariani. “Faraone fa il faraone delle tessere”, chiosa Gotor.

 

 

 

 

Un pensiero su “Qui prodest

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...