La Rai con TGR lancia la campagna “La ricerca della legalità”

Rai_way

Dal 25 al 30 gennaio –  presentata oggi da Cantone, Pignatone, Campo Dall’Orto –  parte la campagna Rai per un paese ‘legale’

Roma, 20 gen. (askanews) – Una campagna della Rai realizzata dalle testate giornalistiche regionali che testimonierà le iniziative a sostegno della legalità e contro la corruzione messe in atto in tutta Italia: è “La ricerca della legalità”, che la Rai proporrà dal 25 al 30 gennaio, presentata oggi in Rai, a viale Mazzini, dal direttore generale dell’azienda Antonio Campo Dall’Orto, con il presidente dell’Autorità Nazionale Anticorruzione Raffaele Cantone e il Procuratore capo di Roma Giuseppe Pignatone.

La campagna porterà alla luce le varie realtà locali che si misurano quotidianamente con la conoscenza e il rispetto delle leggi, dei diritti di cittadinanza, delle regole, della parità di genere, delle istituzioni. La legalità, per il presidente Rai Campo Dall’Orto “è un valore che va tenuto vivo e il servizio pubblico può dare il suo contributo partendo dalla realtà quotidiana e dando luce a chi combatte per queste cose”. Questa campagna per il presidente Rai “contribuisce a distribuire nella società anticorpi”.

Ventiquattro redazioni regionali, attraverso servizi, inchieste, collegamenti, approfondimenti, racconteranno come la ricerca della legalità viene vissuta attraverso l’operato quotidiano di giovani, famiglie, associazioni, “per offrire percorsi positivi, in particolare ai giovani”, come ha sottolineato il direttore delle Tgr Vincenzo Morgante.

Il Procuratore Pignatone ha sottolineato che le Procure della Repubblica “sono un osservatorio privilegiato ma dove passa la patologia della società, e proprio lì nasce la sensazione della necessità che la consapevolezza della legalità sia una questione chiave in un Paese, perché ne condiziona la vita sociale, politica ed economica”. “Ricerca della legalità – ha sottolineato Pignatone – è un titolo che indica che la legalità non è uno stato, ma un traguardo da perseguire ogni giorno, ed è una cosa che non riguarda solo giudici e poliziotti, ma tutti noi”.

Per il Presidente dell’Anac Cantone “è fondamentale una campagna fatta attraverso uno strumento che raggiunge tutti i cittadini”. Cantone ha sottolineato l’importanza dell’attività di prevenzione contro la corruzione, e, citando Don Ciotti, ha sottolineato che “non c’è parola più abusata di legalità, che sarebbe opportuno sostituire con la parola responsabilità” e che “la consapevolezza va accompagnata da attività concrete”. Per Cantone “se alle affermazioni sulla legalità fossero seguiti comportamenti coerenti saremmo il Paese al primo posto per la legalità”. L’invito di Cantone è quello a “pensare con la logica di responsabilità”, e la campagna della Rai è “un’occasione per vedere la responsabilità con meno retorica e più attività concrete”.

 

Un pensiero su “La Rai con TGR lancia la campagna “La ricerca della legalità”

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...