Il Papa che divide e la Laudato sì. In dialogo con Pierluigi Bersani, Julian Carron e Eugenio Mazzarella all’Istituto per gli Studi Filosofici di Napoli

Bersani il giornale

Disse Gesù «Non vengo per portare pace e serenità» intendendo dire che avrebbe fatto riflettere quanti lo seguivano e ascoltavano e forse li avrebbe anche fatti litigare, perchè avrebbe smosso gli schemi mentali nei quali ‘giacevano pigramente’. Questo Gesù, e così sta facendo anche Francesco, il Papa che prende il nome dal Santo più ‘gesuita’ di tutti. Divide non perchè ama la guerra ma perchè smuove le coscienze che pigramente giacciono nei loro schemi rassicuranti.

E a questo senso di ‘scossa‘ si appella l’enciclica Laudato sì di Papa Francesco (←link all’enciclica)  ed il suo ultimo discorso al Congresso americano ←link al discorso). Ma il mondo moderno ha anche bisogno di persone ‘sveglie’ dai torpori della coscienza e capaci di difenderlo dalle innumeri complessità che lo agitano. E allora il discorso di Gesù e di papa Francesco devono, per forza di cose, essere calibrati sui temi della sicurezza mondiale. Quella sicurezza mondiale cui fa riferimento l’enciclica stessa, quando parla di ‘cura della casa comune‘ : in primis l’ambiente, l’acqua, l’aria, il suolo, in un ritorno ad una vera e propria ecologia della mente. Sentirsi integrati nell’ambiente perchè integrati con Dio, con la creazione. Ma l’importanza dell’enciclica va oltre il dato escatologico, è universale perchè intende evidenziare il campo dei diritti universali: il diritto alla salute, all’integrità della persona e dei luoghi, il rispetto della natura per preservare l’ecosistema nel quale l’uomo è immerso. E’ il rispetto della natura che mette  l’uomo al centro: la sua provenienza, la sua salvaguardia etnica e culturale. Questo è il ‘civismo’ di cui tanto oggi si sente bisogno.

La guerra principalmente inquina, i rifiuti sono organizzati male, il mondo animale è sotto scacco. Tutto ciò prima che essere una mancanza di rispetto per l’ambiente è una sottrazione di dignità al genere umano.

Se ne parlerà all’Istituto per gli Studi Filosofici di Napoli, in Via Monte di Dio.
Giovedì 1 ottobre, alle ore 17.30, Pierluigi Bersani, deputato, già Ministro dell’economia, ex Presidente della Regione Emilia ed ex Segretario PD, Julian Carron, presbitero, teologo e linguista spagnolo, studioso di aramaico antico e greco biblico e Eugenio Mazzarella, professore ordinario di filosofia teoretica presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II, discuteranno del tema:Laudato sì: la lettera enciclica di Papa Francesco. Modererà Antonio Polito, editorialista del Corriere della Sera .

3 pensieri su “Il Papa che divide e la Laudato sì. In dialogo con Pierluigi Bersani, Julian Carron e Eugenio Mazzarella all’Istituto per gli Studi Filosofici di Napoli

  1. Pierluigi Bersani | Pagina Ufficiale
    1 h ·
    Sulla vicenda del Senato c’è chi fa circolare retroscena totalmente inventati. Volevamo un Senato elettivo e non costruito a tavolino. Il Senato sarà elettivo e già con alcune funzioni di garanzia rafforzate. C’è ancora del lavoro da fare, ma fin qui questi sono i fatti, nudi e crudi. Chi parla di un cedimento di chi dissentiva ribalta semplicemente la realtà. Chi parla di trattative laterali per questo o quel posto, semplicemente diffama. Certo, non si lavora per bloccare le riforme. Chi ha sperato o spera in questo si sbaglia. Si lavora con determinazione e senza cedimenti perché, in ogni campo, le riforme corrispondano ai valori di un partito ulivista e di centrosinistra.

    1. Pierluigi Bersani mostra grande esperienza politica e grande forza intellettuale e di questo non è difficile rendersene conto. Come non è difficile rendersi conto della sua lealtà alla ‘Ditta’

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...