Pd tra trasparenza e democrazia. Storia di un venerdì ‘nero’

31

 La minoranza del Pd difende la Bindi dalle critiche della maggioranza democratica, dopo la divulgazione della lista degli “impresentabili”. Secondo la maggioranza il passo falso è dato dalla Conferenza Stampa tenuta dalla Presidente della Commissione Antimafia della Camera dei Deputati, Rosy Bindi, a due giorni dal voto per le regionali.
Ma c’è chi, pur senza entrare nel merito del gesto, critica i toni duri contro la Presidente che in fondo non ha fatto altro che rendere trasparenti alcune notizie sui candidati e la difende. Come Pierluigi Bersani
.
“Qualcuno dà la colpa all’Antimafia: questo mi sembra un paradosso più grande .L’Antimafia sta applicando un codice che abbiamo approvato tutti in Parlamento”,dice Bersani e invita a fare “attenzione” perché si rischia di perdere “la bussola di questa nostra democrazia”. Anche Fassina, altro esponente della minoranza Pd, difende la Bindi: “Dal Pd inaccettabili insulti” contro di lei

Vincenzo De Luca, nella lista degli #impresentabili della Commissione Antimafia, e candidato Presidente della Regione Campania per il centrosinistra, annuncia di denunciare la Presidente per diffamazione

Un pensiero su “Pd tra trasparenza e democrazia. Storia di un venerdì ‘nero’

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...