Bersani: Un’idea di società sulla quale non sono d’accordo

 

“Sta sbucando fuori un modo di pensare, un’idea di società sulla quale non solo d’accordo: per i lavoratori facciamo all’americana, per gli evasori all’italiana. Ci sono dei punti limite”. Così Pierluigi Bersani a La7.

Pier Luigi Bersani, Vittorio Feltri, Marco Damilano, Alessandro Margelletti (presidente Ce.S.I.), Maurizio Gasparri, Stefano Dambruoso, Stefano Bonaccini sono stati gli ospiti di Myrta Merlino

Pier Luigi Bersani ha scelto il giorno successivo alla riunione del gruppo del Pd, e soprattutto ha puntato su un nome ad effetto sui democratici, per battere un colpo deciso sulla partita del Quirinale. L’ex segretario ha gettato Romano Prodi nella mischia del post Napolitano, come avevano già fatto Pippo Civati e Sel:

“Non voglio fare nomi ma io sono quello lì. E’ immaginabile ripartire da dove ci si è fermati. Non ho bisogno di dire niente altrimenti poi Prodi si arrabbia…”, ha spiegato.

Il tutto, nel giorno dell’avvio delle votazioni alla Camera sulle riforme, con il Senato impegnato sulla legge elettorale e nel bel mezzo delle polemiche sulla delega fiscale e la ‘manina’ di Renzi sulla norma ‘salva Berlusconi’ che mettono nel mirino il patto del Nazareno. Lo stesso Bersani ha invocato chiarezza dal premier:
“Mi piace la franchezza di Renzi ma non riesco a fargli i complimenti. Non guasterebbe se spiegasse in Parlamento”.

L’intervento dell’ex segretario ha fatto storcere il naso ai renziani che subito sottolineano come appena ieri il segretario del Pd avesse lanciato un appello al gruppo della Camera per “impostare un metodo di elezione del presidente della Repubblica” senza fare “un dibattito sul nome, ma sulla funzione dell’istituzione”. Ma le parole di Bersani hanno avuto un effetto immediato sulla minoranza Pd. Rosy Bindi si è sintonizzata sulla stessa linea: “Non faccio nomi e cognomi ma bisogna ripartire da lì, dalla vicenda dei 101, da quella ferita che sanguina ancora”.
E’ stato allora Matteo Orfini a intervenire con una sorta di richiamo all’ordine: “Sarebbe opportuno evitare un tritacarne mediatico che danneggia il nome che si fa. Per rispetto di Napolitano e di tutte quelle personalità che possono essere prese in considerazione, sarebbe meglio evitare di tirarli in ballo”. Ma il rimpallo tra i diversi tavoli della complessa partita che arriva fino al Colle intanto era partito. Mentre Bersani interveniva, al Senato Massimo Mucchetti chiedeva a Renzi di spiegare in aula “per filo e per segno come sono andate le cose” sul decreto fiscale. Lo stesso faceva alla Camera Pippo Civati.

La replica del governo non si è fatta attendere, affidata al ministro delle Riforme Maria Elena Boschi: “Gli atti del Consiglio dei ministri non sono oggetto di informativa”. L’altra partita, quelle delle riforme, non è stata certo più soft. In una riunione intorno all’ora di pranzo, la minoranza Pd ha deciso di non indietreggiare: “Le proposte emendative restano, serve una riunione con un confronto nel merito”, ha spiegato la Bindi allargando la questione: “L’elezione del presidente della Repubblica, la riforma costituzionale e la legge elettorale esigono un chiarimento sulla delega fiscale prima di iniziare a votare le questioni importanti alla Camera”.

Il timore è quello che dalla prossima settimana, quando probabilmente Napolitano formalizzerà le dimissioni, in un Parlamento ancora più ‘animato’ il cammino delle riforme e dell’Italicum diventi davvero complicato. Alla Camera a garantire il Ddl Boschi sarà il contingentamento dei tempi: 80 ore di discussione e poi stop. Per il governo, è il sottosegretario Ivan Scalfarotto a fornire certezze: “Napolitano ha ampiamente ‘endorsato’ le riforme. Un Parlamento che le vota, anche se il capo dello Stato si sarà dimesso, non farebbe certo uno sgarbo istituzionale. Anzi. Sono certo che sarà così”.

(fonte Agenzia)

 

 

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...