Bersani: Non vado alla Leopolda me se fanno una manifestazione del Pd ci vado

Bersani

Qualcuno deve aver pur detto che le battaglie fanno bene. Pier Luigi Bersani, intervistato da Massimo Gianni al centro della trasmissione Ballarò, su Rai 3, è apparso rinnovato con un bel logo Pd alle spalle. (al link l’intervista integrale)

Al talk hanno partecipato anche Gennaro Migliore – il quale ormai è nel Pd, e c’è chi lo dà futuro candidato a Sindaco di Napoli;  Nardella – renziano doc –  Maroni – in piena ‘crisi Salvini’ e Nunzia De Girolamo

Interrogato sulla manovra economica del governo, Bersani ha risposto : “Perché la manovra sia veramente espansiva occorre alcune cose: prima di tutto c’è bisogno di investimenti e poi bisogna stare attenti a non mangiarsi il futuro, faccio riferimento ai fondi pensione, poi c’è la questione servizi”

Giannini a questo punto ha insistito sugli sprechi degli Enti locali e di quanto questi pesino sui bilanci dello Stato. Bersani allora ha fermato:

“Capisco quando uno dice togliere gli sprechi, ma quando si dice paghino le regioni e non i cittadini si fa della demagogia. Se cancellassimo tutti i consigli regionali e smontassimo le Regioni risparmieremmo un 20% dei 4,5 miliardi. Quindi da qualche parte si scaricherà questo taglio. Certo, si possono ridurre le spese e gli sprechi, tuttavia quando si taglia il fondo sanitario linearmente, succede che chi ha già tolto degli sprechi è costretto a togliere un po’ di servizi, e chi si è tenuto gli sprechi può benissimo tenerli e tagliare i servizi. Il tema va affrontato mettendo un po’ il cacciavite nei meccanismi perché a colpi di taglio generico il rischio c’è”.

E ancora : “Sulla Sanità non bisogna buttare via il bambino con l’acqua sporca, alcune regioni sono all’avanguardia, c’è una comunicazione un po’ sopra le righe, si può risolvere il problema se una siringa costi più da una parte e meno dall’altra

Il Sindaco Nardella ha attaccato duramente le parole di Bersani : “Tutti i governi hanno tagliato, in questo caso si fanno tagli e investimenti sul lavoro. quando Renzi ha avviato la Campagna per le Europee, Bersani e  D’Alema  erano a Roma per una iniziativa di Gianni Cuperlo”

Sul partito Bersani ha ribadito la sua idea di partito-collettivo confermando il suo impegno sempre per il Pd, perché se il Pd oggi è al governo è anche grazie a quel famoso 25% di cui si deve tener conto.

 Monti, che è andato via prima, ha affermato di condividere  “quasi per intero gli obiettivi del governo Renzi e proprio per questo comincio ad essere preoccupato sulla realizzazione degli intenti”  poi si è detto rammaricato perché “gran parte dell’agire della politica è un agire dei talk show”, comunque, ha ancora affermato che l’idea di cambiare il paese è “quasi interamente di sinistra” e che però bisognerebbe tener presente “l’evasione fiscale e la corruzione troppo grandi”. Monti ha poi concluso che “Non è stato facile avere risultati con Alfano da una parte e Bersani dall’altra. Ma che la cosa più compiuta fatta dal suo governo è stata la riforma delle pensioni”

Un pensiero su “Bersani: Non vado alla Leopolda me se fanno una manifestazione del Pd ci vado

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...