Giacomo Matteotti a 90 anni dall’uccisione: “del vento e della tempesta”

 

matteotti

Tra la tempesta di Matteotti ed il vento di Bersani la storia insegna che al populismo c’è un argine. Fragile anch’esso come tutte le cose umane ma è pur sempre un argine.
Quanto riformismo in Matteotti, cui si rifà la moderna area Pd. Ciò che fu, che rappresentò il socialismo, in termini di apertura sociale, si deve ricordare oggi, a 90 anni dall’uccisione di Giacomo Matteoti. Dopo il suo vile assassinio la stampa perse la libertà ed il fascismo affilò le sue armi, divenne di maniera. Una morte funzionale, di cui nessuno si assunse la paternità ma di cui Mussolini ne rivendicò la responsabilità, con la sfacciataggine tipica del potere ormai consolidato Una storia di vendette che chiamarono altre vendette. Una faida cui i cittadini inerti assistettero non senza sgomento.
La responsabilità, invece, è ben altra cosa dall’apparentamento con un omicidio, la responsabilità era di Matteotti, della sua vicinanza alle persone, del suo impegno. In capo a Matteotti la responsabilità di denunciare il procedere illegale del fascismo di Mussolini: il suo dossier sulla Sinclair e Standard Oil dava fastidio, il discorso che avrebbe dovuto tenere l’11 giugno alla Camera dei Deputati, era temuto. Una dinamica che ricorda altri dossier fastidiosi, ed altre uccisioni che fermarono altri discorsi temuti. Venne ucciso Matteoti il 10 giugno 1924. Un delitto che chiamò altri delitti.
La storia insegna. Cosa deve insegnarci la storia, con i suoi continui corsi e ricorsi. Che l’uomo è fragile ma le idee camminano da sole, hanno le braccia e le gambe dell’umanità tutta. Hanno il volto dell’innocenza e la forza della verità, sono portate dal vento o dalla tempesta. Che la corruzione ha comunque sempre un argine.

.

Un pensiero su “Giacomo Matteotti a 90 anni dall’uccisione: “del vento e della tempesta”

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...