Vertice G7 di Bruxelles del prossimo 4-5 giugno 2014

Europa_bandiera

 

g7 pc

 

 

 

Mentre Putin minaccia di tagliare le forniture di gas a seguito della esclusione della Russia dai vertici europei e la portavoce della Commissione Ue, Pia Ahrenkilde tuona : “il gas non deve essere usato come strumento politico”, lunedì prossimo si riunirà un Consiglio degli Esteri europeo per decidere la linea da adottare e la migliore risposta da dare alla lettera inviata da Putin ai 18 paesi europei.

NETHERLANDS-NUCLEAR-SECURITY-SUMMIT

“Il 70% dell’export russo di energia è verso l’Europa e rappresenta il 50% delle entrate federali. Teniamo a mente queste cifre”. “Le forniture di gas tramite tutte le vie di approvvigionamento dalla Russia verso l’Europa sono normali e i flussi stabili” e “ci aspettiamo che tutti i partner rispettino i loro impegni” – Lo ha ribadito la portavoce del commissario Ue all’energia Guenther Oettinger, ricordando così che il benessere dei paesi europei dipende dalla situazione in Ucraina. I rischi sono seri.

Guenther_h_oettinger_2007-portrait

Ma ha anche ricordato – come sottolinea una nota di Agenzia  – che ci sono ancora 37 miliardi di metri cubi di gas stoccati nei depositi sotterranei europei, pari alla metà della loro capacità, un buon livello data la fine della stagione invernale. La Commissione Ue, ha assicurato la portavoce, sta poi lavorando con Ucraina e Slovacchia per arrivare a una firma dell’accordo per il ‘reverse flow’ di gas “il prima possibile dopo Pasqua”. Bratislava potrà così fornire a Kiev da 3 a 8 bcm di gas oltre ai 2 bcm da Polonia e Ungheria.

g7 4

L’ultimo summit europeo che si è tenuto a l’Aja, il 24 marzo scorso, al quale ha partecipato anche il nostro attuale Presidente del Consiglio, Matteo Renzi, è quello che ha stabilito l’uscita dai G8 della Russia. Al termine del summit è stata resa pubblica una dichiarazione dei G7 a favore e a sostegno dell’Ucraina, che ha dato non pochi mal di pancia a Putin e che lo ha motivato a scrivere la lettera

G7 Leaders Meet To Discuss Ukraine During Nuclear Summit

 

 

g7 1

 g7 3

LA DICHIARAZIONE AIA a seguito della riunione del G7 del 24 marzo

 1 . Noi, i leader di Canada , Francia , Germania, Italia , Giappone, Regno Unito , gli Stati Uniti , il presidente del Consiglio europeo e il presidente della Commissione europea ci siamo incontrati a L’Aia per riaffermare il nostro sostegno per la sovranità dell’Ucraina , integrità territoriale e indipendenza .

2 . Il diritto internazionale vieti l’acquisizione di parte o di tutto il territorio di un altro Stato attraverso la coercizione o la forza. Nel fare ciò si violano i principi su cui il sistema internazionale è costruito. Condanniamo il referendum illegale tenutosi in Crimea in violazione della Costituzione dell’Ucraina. Abbiamo anche condannato fermamente il tentativo illegale della Russia di annettere la Crimea in violazione del diritto internazionale e degli obblighi internazionali specifici. Noi non riconosciamo legittima questa azione.

3 . Oggi ribadiamo che le azioni della Russia avranno conseguenze significative. Questa chiara violazione del diritto internazionale è una seria sfida per lo stato di diritto in tutto il mondo e dovrebbe essere una preoccupazione per tutte le nazioni. In risposta alla violazione della Russia della sovranità e integrità territoriale dell’Ucraina, e per dimostrare la nostra determinazione a rispondere a queste azioni illegali, individualmente e collettivamente, abbiamo imposto una serie di sanzioni contro la Russia e gli individui ed entità responsabili. Rimaniamo pronti a intensificare le azioni comprese sanzioni coordinate settoriali, che avranno un impatto sempre più significativo sull’economia russa , se la Russia continua a portare avanti questa situazione.

4 . Ricordiamo alla Russia i suoi obblighi internazionali, e le sue responsabilità, comprese quelle per l’economia mondiale. La Russia ha una chiara scelta da fare. Le vie diplomatiche di de- escalation della situazione rimangono aperte, e incoraggiamo il governo russo a prenderle. La Russia deve rispettare l’integrità territoriale e la sovranità dell’Ucraina, avviare discussioni con il governo dell’Ucraina, e avvalersi delle offerte di mediazione internazionale e di monitoraggio per affrontare eventuali preoccupazioni legittime.

5 .Il sostegno da parte della Federazione russa attraverso la Cooperazione e l’Organizzazione della sicurezza dell’Europa in missione di vigilanza speciale  in Ucraina è un passo nella giusta direzione . Saremo lieti del rapido spiegamento della missione, al fine di facilitare il dialogo sul campo, ridurre le tensioni e favorire la normalizzazione della situazione, e chiediamo a tutte le parti di garantire che i membri della Missione di sorveglianza speciale hanno accesso sicuro e protetto in tutta l’Ucraina per poter rispettare loro mandato.

6 . Tale gruppo condivide intenti e responsabilità. Le azioni della Russia nelle ultime settimane non sono coerenti con il gruppo. In queste circostanze, non potremo partecipare al vertice di Sochi previsto. Faremo sospendere la nostra partecipazione al G -8 finché la Russia non cambia rotta e l’ambiente torna quello in cui il G – 8 è in grado di avere una discussione significativa. Il gruppo riunirà nuovamente in formato G -7 come previsto nel mese di giugno 2014, a Bruxelles , per discutere il vasto programma che abbiamo insieme concordato . Abbiamo anche informato i nostri ministri degli Esteri di non partecipare alla riunione di aprile a Mosca. Inoltre, abbiamo deciso che il summit G -7  dei ministri dell’energia si riunirà per discutere i modi per rafforzare la nostra sicurezza energetica collettiva .

7 . Allo stesso tempo , ci troviamo fermi nel nostro sostegno al popolo ucraino che cerca di ristabilire l’unità , la democrazia , la stabilità politica e la prosperità economica nel loro paese . Lodiamo l’ambizioso programma di riforme del governo ucraino e sosterremo la sua attuazione. L’Ucraina cerca di iniziare un nuovo capitolo della sua storia , fondata su una base ampia di riforma costituzionale , libere e  eque elezioni presidenziali a maggio, la promozione dei diritti umani e il rispetto delle minoranze nazionali.

8 . Il Fondo monetario internazionale ha un ruolo centrale che guida la lotta internazionale a sostenere della riforma ucraina , riducendo le vulnerabilità economiche dell’Ucraina , e integrando meglio il paese in una economia di mercato nel sistema multilaterale. Sosteniamo fortemente il lavoro del FMI con le autorità ucraine e sollecitiamo a raggiungere una rapida conclusione. Il sostegno del FMI sarà fondamentale per sbloccare l’ulteriore assistenza da parte della Banca Mondiale, le altre istituzioni finanziarie internazionali , l’Unione europea , e le fonti bilaterali. Restiamo uniti nel nostro impegno a fornire un forte sostegno finanziario per l’Ucraina , per coordinare la nostra assistenza tecnica, e per fornire assistenza in altri settori, comprese le misure per rafforzare il commercio e rafforzare la sicurezza energetica .

 

Dopo questa dichiarazione molte cose sono cambiate …

Oggi i toni sono più morbidi da parte di tutti, anche se le intenzioni restano ferme da entrambe i lati

g7 aja obama

 

 

 

g7 summit sicurezza nucleare Aja

.

 

 

Un pensiero su “Vertice G7 di Bruxelles del prossimo 4-5 giugno 2014

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...