RASSEGNA STAMPA WEB – 1 DICEMBRE 2012

COMITATO NAPOLETANO BERSANI PRIMO MINISTRO

RASSEGNA STAMPA

sabato 1 dicembre 2012

bersani bellissima foto

 

IN RISALTO

Bersani in Lombardia e Piemonte

Milano, Novara, Torino

Sabato 1 dicembre alle ore 12.00, Pier Luigi Bersani, candidato alle Primarie del centrosinistra, sarà a Milano a La Casa di Alex (via Moncalieri), per un aperitivo con i volontari e i militanti.

Successivamente Bersani sarà a Novara per un incontro pubblico alle ore 14.30 presso l’Hotel Europa (corso Cavallotti 38). Infine il leader del Pd alle ore 17 chiuderà la giornata a Torino al Teatro Vittoria (via Gramsci 4).

bersani-renzi-testa-a-testa_367

QUELLO CHE DICONO

BERSANI : “Sono necessari interventi immediati in virtù delle gravi emergenze che si sono verificate a Massa Carrara e in altre zone della Toscana, e un intervento organico per la messa in sicurezza e la difesa del territorio”. Lo ha affermato Pier Luigi Bersani incontrando in Toscana alcuni esponenti del Pd della Lunigiana zona colpita anche recentemente dalle alluvioni. Bersani poi si è soffermato sulle priorità su cui l’Italia dovrà puntare nel corso dei prossimi anni: “Mobilità sostenibile, efficienza energetica, beni culturali, sono interventi che possono rilanciare le politiche industriali, contrastare la recessione e creare nuovi posti di lavoro”.

RENZI:  “Moralità e lavoro devono essere parole di tutti, ce ne possiamo mettere tante altre, ma io ci vorrei mettere speranza”. Lo ha detto Matteo Renzi, intervistato a Rtv 38, commentando la scelta di Pier Luigi Bersani di usare “moralità e lavoro” come prime due parole per le prossime elezioni, in caso di vittoria alle primarie.

VIDEOFORUM

Bersani difende le regole: “Non si cambiano in corsa, diamo l’esempio”

Il segretario del Pd, ospite di Repubblica tv, ribadisce la contrarietà a riaprire le iscrizioni per il ballottaggio. “La differenza più consistente e preoccupante con Renzi sulla politica estera”. Sull’alleanza con Casini: “Chiudersi un errore, ma punti del programma come le unioni civili non sono trattabili”

http://www.repubblica.it/speciali/politica/primarie-pd/edizione2012/2012/11/30/news/videoforum_bersani-47749758/?ref=HRER1-1

 

PRIMARIE CENTROSINISTRA

Il segretario Pd in caso di vittoria al ballottaggio esclude qualsiasi collaborazione al governo con lo sfidante Matteo Renzi. “Nel partito c’è posto per tutti – sottolinea – ma sarebbe un tradimento di chi ci ha votati”. Intervista a Massimo Giannini 

http://video.repubblica.it/dossier/primarie-pd-2012/bersani-se-vinco-nessun-ticket-con-renzi/112326/110723?ref=HRBV-1

 

La polemica

Alessandra Moretti@ale_moretti

 Chi non riceve la mail dal comitato prov che dà l’ok alle giustificazioni presentate o inviate non potrà votare. #nonroviniamoleprimarie

A RENZI E SARUBBI : ma perché questi appassionati elettori non si sono registrati prima del 25? Tutta questa fretta a farlo ora al secondo turno di ballottaggio ed all’ultimo minuto !! A voi le regole vi stanno proprio strette !! Quando in Italia ci sono le elezioni, al secondo turno di ballottaggio la base è sempre la stessa, non è che si chiede di far partecipare anche l’Europa. – #omnibusnotte

http://www.youtube.com/watch?v=ONdy5d2dc7M

LEFT – oggi in edicola

IL TOP DELLE PRIMARIE

http://www.unita.it/italia/speciale-primarie-del-centrosinistra/left-unita-in-edicola-br-uno-speciale-sulle-primarie-1.470273

 

LOTTA CONTINUA!  Da Assange al PD …

http://www.huffingtonpost.it/?ref=HRBH-1

 

LO SCENARIO POLITICO

Arrivano notizie preoccupanti : Moody’s ha tagliato il rating del nuovo fondo salva stati europeo ESM. Non è ancora entrato in esecuzione e già è stato penalizzato, non è più tripla A , “dall’America con furore”!

E poi ci sono le questioni in casa nostra : il governo è riuscito a far convergere energie e volontà su il nuovo dl ILVA che salva lavoro e salute ma già si profilano problemi. Il gip di Taranto non è d’accordo sul dissequestro degli impianti

http://bari.repubblica.it/cronaca/2012/11/30/news/ilva-47748049/?ref=HRER3-1

Una riflessione sommessa. La cosa inquietante è che da un po’ di tempo a questa parte sembra che l’Italia sia sotto attacco proprio al cuore dei suoi centri d’eccellenza economici. Un fuoco incrociato di interessi opposti, dannoso e pericolosissimo

IMU

L’Imu presenta il conto finale. Arriva stangata da 1200 euro.

Si mangerà le tredicesime …se ci saranno!

 Studio Uil: salasso sulle famiglie. Scuole paritarie, megaricorso

In arrivo una stangata per gli italiani dal pagamento del saldo dell’Imu: mediamente, le famiglie dovranno pagare mediamente 136 euro per la prima casa, con punte di 470 euro a Roma; mentre per una seconda casa il saldo peserà mediamente 372 euro con punte di 1.200 euro nelle grandi città

http://qn.quotidiano.net/economia/2012/11/30/810214-imu-prima-casa-fisco-tasse-stangata.shtml?utm_source=mrsend&utm_medium=email&utm_campaign=newsletter

 

NON C’E’ DEMOCRAZIA SENZA ISTRUZIONE – di Pier Luigi Bersani

Negli ultimi anni la scuola e gli insegnanti sono stati umiliati e colpiti con continui tagli e con riforme che hanno creato disagi e disuguaglianze enormi. L’Italia ha un gran bisogno di scuola e investimento nei saperi. Non possiamo accettare che ogni sei mesi arrivi uno schiaffo alla scuola, ne’ in termini materiali ne’ in termini immateriali. 

La scuola paga errori fatti negli ultimi anni, ma ora è il momento mettere un punto e dire con chiarezza che non c’è democrazia senza istruzione. Per questo motivo nella prossima legislatura bisognerà fare una ragionamento di tipo costituente per mettere in sicurezza un sistema barcollante e per restituire dignità e risorse alla scuola pubblica e ruolo, rilievo e dignità agli insegnanti. Se c’è un settore per il quale è giusto che altri ambiti della spesa statale rinuncino a qualcosa, è quello della formazione dei nostri giovani: la scuola, l’Università, la ricerca. L’istruzione e la ricerca sono gli strumenti più importanti per assicurare la dignità del lavoro, combattere le disuguaglianze, dare forza e prospettiva allo sviluppo.

Consapevoli del momento difficile che vive il Paese, della disparità fra Regioni italiane, di una crisi che colpisce soprattutto le famiglie, tuttavia, non possiamo perdere di vista i nostri grandi obiettivi sul tema scuola. Perché l’istruzione torni ad essere il grande ascensore sociale di cui l’Italia ha bisogno, il luogo di formazione della coscienza civica dei cittadini, occorre:  

1. Assegnare un organico funzionale stabile per almeno un triennio ad ogni scuola.

 2. Un piano pluriennale per estendere la rete di asili nido e raggiungere l’obiettivo del 33% di copertura dei posti imposto dall’Europa.

3. Cancellare il Maestro unico della Gelmini per riportare in vetrina i gioielli di famiglia del sistema scolastico italiano: tempo pieno e modulo a 30 ore con le compresenze nella primaria.

 4. Scuole aperte tutto il giorno, per permettere agli studenti di studiare a scuola da soli o in compagnia, per fare sport, musica e teatro. Perché le scuole diventino il cuore di quartieri e città.

5. Lotta alla dispersione scolastica, perché nessuno sia lasciato indietro. Dimezzare la dispersione come chiede l’Europa 2020 richiede interventi mirati, percorsi individualizzati, tempi distesi per l’apprendimento.

6. Un piano straordinario per l’edilizia scolastica. Oggi il 64% delle scuole non rispetta le norme di sicurezza. E’ una vera emergenza nazionale. Servono interventi urgenti:

– allentare il patto di stabilità interno per quegli enti locali che investono nella ristrutturazione o nella edificazione di nuove scuole, incentivando la costruzione di scuole con ambienti di apprendimento innovativi ed eco sostenibili

-rifinanziare la nostra legge 23, che permetteva un’accorta pianificazione degli interventi di concerto con gli enti locali

– offrire ai cittadini e alle cittadine la possibilità di destinare l’8 x mille dello Stato, in modo mirato all’edilizia scolastica.

7. Rilanciare l’istruzione e la formazione tecnica e professionale, perché siamo stati un grande paese industriale, quando abbiamo avuto i grandi periti industriali. 

Questa è l’idea di scuola che abbiamo, che è al centro della mia campagna per le primarie e sarà in cima all’agenda di governo quando toccherà a noi. Solo riconoscendo il valore vero dell’istruzione e dell’insegnamento nella costruzione di una coscienza morale, etica e democratica possiamo davvero rinnovare il nostro Paese.

Pier Luigi Bersani

 

LAZIO

Intanto la Polverini ha annunciato la data dell’Election day per il 10 e 11 febbraio prossimi 

Il presidente della Provincia di Roma e candidato Pd alla Regione Nicola Zingaretti, saputo della decisione della Polverini, chiede di rispettare le sentenze, “una del Tar molto chiara anche sulla tempistica e un’altra del Consiglio di Stato a conferma”.

La fine del lungo temporeggiare di Renata Polverini apre la strada ad un probabile election day regionale per Lazio, Lombardia e Molise.

A 65 giorni dalle dimissioni sull’onda del caso Fiorito e dopo aver perso l’ultimo round giudiziario, la governatrice ha deciso di convocare le elezioni il 10 e 11 febbraio. Le date sarebbero state comunicate direttamente al ministero dell’Interno e ora il governo sta valutando se far tenere negli stessi giorni le consultazioni anche nelle altre due regioni. Il presidente della Lombardia Roberto Formigoni si è detto favorevole all’election day con il Lazio. Per il Molise è ancora più urgente la consultazione dato che il governo regionale è stato azzerato dall’annullamento delle precedenti elezioni. Consiglieri e assessori non sono quindi neanche in regime di ‘prorogatiò. Il 10 e 11 febbraio potrebbe tenersi anche il referendum sul passaggio di Piacenza alla Lombardia e quello su 8 Comuni del bellunese che vogliono passare alla provincia di Trento. Per questi però serve un decreto del Consiglio dei ministri firmato dal presidente della Repubblica. Il 31 ottobre il ministro dell’Interno Annamaria Cancellieri aveva annunciato che per le tre regioni la prima data utile era il 27 gennaio, rinunciando all’election day nazionale – anche con le politiche – per non lasciarle troppo a lungo senza governo. Mentre però per Lombardia e Molise la data del voto non viene decisa dalla Giunta regionale, ma dal governo, per il Lazio è diverso. La decisione della Polverini mette così fine a uno stallo che durava da oltre due mesi, da quando la governatrice si dimise con una drammatica comunicazione alla stampa a seguito dell’inchiesta sui fondi del gruppo Pdl, cui pure era estranea. Da allora è stato un durissimo braccio di ferro con l’opposizione alla Pisana, con alcune associazioni di cittadini, che hanno fatto ricorso al Tar chiedendo e ottenendo una sentenza per l’immediata convocazione delle elezioni. Il Consiglio di Stato – cui Polverini aveva fatto ricorso – ha confermato la decisione del Tar e disposto, tre giorni fa, che il voto regionale venisse fissato entro cinque giorni. Il presidente della Provincia di Roma e candidato Pd alla Regione Nicola Zingaretti, saputo della decisione della Polverini, chiede di rispettare le sentenze, “una del Tar molto chiara anche sulla tempistica e un’altra del Consiglio di Stato a conferma”. “Il ministro Cancellieri non può limitarsi a farci sapere cosa ha fatto la Polverini – dice l’avvocato Gianluigi Pellegrino, che ha rappresentanto il Movimento Difesa del Cittadino davanti al Tar -, ma in ottemperanza all’ordine del giudice che l’ha nominato come commissario ad acta deve verificare che il decreto emesso costituisca esatta ottemperanza alla sentenza”. Polverini, che ha sempre giustificato il rinvio anche con l’intenzione di ridurre da 70 a 50 il numero dei consiglieri regionali, viene oggi attaccata per un’altra serie di nomine in extremis. Secondo il capogruppo Pd alla Regione Esterino Montino, il 23 novembre è stato designato presidente dell’Ipab (Istituto pubblico di assistenza e beneficenza) Sacra Famiglia “uno degli amici più fidati” della Polverini. “Cautela nella nomine” viene chiesta anche dal capogruppo Pdl alla Regione, Chiara Colosimo.

CAMPANIA

Il Presidente della Regione ed il Sindaco di Napoli sono di nuovo al braccio di ferro

ANDOR: Campania al palo

Tra i progetti in campo presentati dalla Regione Campania ci sono “buone idee”, ma occorre “accelerare” per evitare il rischio di perdere l’erogazione dei fondi europei. E’ il pensiero del commissario europeo per l’Occupazione, Laszlo Andor espresso a Napoli a margine dell’iniziativa ‘Dialogo con i cittadini’, svoltasi al Castel dell’Ovo a Napoli alla presenza del Sindaco De Magistris.

 

DISOCCUPAZIONE

I dati sulla disoccupazione giovanile in Europa sono allarmanti ma soprattuto in Italia, saliti intorno al 36%

http://www.repubblica.it/economia/2012/11/30/news/disoccupazione_giovanile_record_a_ottobre_36_5_-47754614/?ref=HREC1-1

 

L’Ocse taglia stime di crescita Italia.  Rischio nuova manovra nel 2014

Tagliate le stime del pil: calo del 2,2% nel 2012 e dell’1% nel 2013. Grilli: ma alla fine dell’anno prossimo torneremo a crescere

http://www.ilmessaggero.it/economia/ocse_pil_italia_eurozona_disoccupazione/notizie/234329.shtml

IL BALLOTTAGGIO

Si vota per il ballottaggio alle primarie del centrosinistra, il 2 dicembre . Un evento che, come ha sottolineato Pier Luigi Bersani, sta diventando una grande festa di partecipazione e democrazia. 

Per questo è importante registrarsi, andare a votare e invitare il maggior numero di elettori a fare lo stesso. Costruiamo insieme la grande comunità dei progressisti.

LE REGOLE DEL BALLOTTAGGIO

ITALIA BENE COMUNE . PRIMARIE LOGO

 

LA DELIBERA N.25 DEL COORDINAMENTO NAZIONALE PD SULLE REGOLE PER VOTARE AL BALLOTTAGGIO DEL 2 DICEMBRE PROSSIMO 

http://www.unita.it/

http://www.ilmessaggero.it/

http://www.repubblica.it/

http://www.iltempo.it

http://www.huffingtonpost.it/?ref=HRBH-1

http://www.ilsole24ore.com/

http://www.ilfattoquotidiano.it/

http://qn.quotidiano.net/

http://pubblicogiornale.it/#

http://www.corriere.it/

http://www.ilgiornale.it/

http://www.nytimes.com

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...