RASSEGNA STAMPA

COMITATO NAPOLETANO BERSANI PRIMO MINISTRO

RASSEGNA STAMPA

venerdì 2 novembre 2012

B.C. J   

IN RISALTO

 Bersani a Pavia : “Un lavoratore ha diritto alla rappresentanza sindacale” e poi gela Grillo : “A lui il leninismo gli fa un baffo”.

http://video.repubblica.it/dossier/lo-scontro-su-pomigliano/bersani-alla-fiat-cosi-non-si-affrontano-i-problemi/109512/107897?ref=HREA-1

 

Bersani: “Niente elezioni a gennaio, votare nei tempi giusti”

“Abbiamo dettato la linea un anno fa, votare nei tempi giusti”. Lo afferma Pier Luigi Bersani, durante un comizio a Pavia. “Non vedo ragioni perché non si possa andare a scadenza naturale, e credo che questa sarà la strada. Bisogna arrivare a fine legislatura, risolvere i guai grossi e poi si torna a votare in tempi giusti. Da noi non c’é da aspettarsi scherzi”. E’ la replica del segretario del Pd, al leader Udc Pier Ferdinando Casini, che non si dice contrario all’ipotesi di accorpare elezioni nazionali e quelle regionali, anticipandole quindi a gennaio. Nel corso dell’appuntamento pavese, Bersani ha anche commentato la sentenza di assoluzione al leder di Sel. “Nichi Vendola è una persona perbene, purtroppo siamo in una situazione in cui, sul piano comunicativo, finisce tutto nel frullatore. Ma ci sono ancora le persone perbene e bisogna saperlo. Sono contento che sia andata così”. A chi gli chiedeva se è preoccupato perché avrà un avversario in più alle primarie di centrosinistra, replica” è un problema in meno, anzi un sollievo”. Per quanto riguarda il colloquio con il presidente  Giorgio Napolitano,  ha spiegato: “ci siamo incontrati per fare il punto della situazione. I temi del momento si sa  bene quali sono: la stabilità delle azioni di governo, legge elettorale. Sono le mezz’ore migliori che passo”.

http://www.bersani2013.it/doc/3484/bersani-niente-elezioni-a-gennaio-votare-nei-tempi-giusti.htm

 

 L’AGENDA di Pier Luigi Bersani

•Venerdì 2 novembre – Bersani incontra a Milano il candidato cancelliere della Spd, Peer Steinbruck. Al termine dell’incontro, alle 12.00, i due leader terranno una conferenza stampa presso il Circolo della Stampa (Palazzo Bocconi, Corso Venezia, 48).

 

PRIMARIE

Primarie Pd, gli elettori si prendono il web

http://tg24.sky.it/tg24/politica/2012/10/25/primarie_centrosinistra_pd_bersani_renzi_vendola_ironia_web.html

Grillo vuole Di Pietro Presidente della Repubblica

http://qn.quotidiano.net/politica/2012/11/01/795856-grillo-di-pietro-presidente-della-repubblica.shtml?rlabs=1&ssidc=bhsycxkcwv

 

VENDOLA

Vendola gela Renzi :

http://www.unita.it/italia/vendola-bersani-ha-scelto-me-br-e-non-casini-berlusconi-come-mubarak-1.460455

LA CONFESSIONE

http://www.unita.it/italia/la-confessione-di-vendola-br-pensavo-di-emigrare-in-canada-1.461039

Marattin – Renzi vs. Vendola

http://www.repubblica.it/politica/2012/11/02/news/assessore_insulta_vendola-45761009/?ref=HREC1-2

MONTI

Il governo scende in campo nella vicenda Fiat Pomigliano e chiede all’azienda di bloccare la decisione di mettere in mobilita’ 19 operai per permettere il reintegro degli iscritti alla Fiom, come disposto dalla magistratura.

http://www.rainews24.rai.it/it/news.php?newsid=171003

 

Bersani: http://www.bersani2013.it/doc/3496/bersani-dalla-fiat-iniziative-inacettabili.htm

Fornero contro Marchionne: http://www.huffingtonpost.it/2012/11/01/tutti-contro-marchionne-a_n_2059162.html?utm_hp_ref=italy

Passera contro Marchionne: «Su Pomigliano mossa sbagliata»

http://www.unita.it/italia/passera-stoppa-marchionne-mossa-sbagliata-1.461054

 Landini: Sciopero 14 novembre e la Cgil manifesti a Pomigliano.

Fassina – responsabile politiche economiche Pd  – “Ritorsione inaccettabile”

http://www.partitodemocratico.it/doc/245772/fiat-fassina-i-licenziamenti-sono-una-ritorsione.htm

 PROVINCE

Il Consiglio dei ministri vara il riordino degli enti locali nelle regioni a statuto ordinario. Da gennaio decadranno le giunte, mentre a novembre 2013 verranno eletti i nuovi vertici. Il nuovo sistema a regime dal 2014

http://tg24.sky.it/tg24/politica/2012/10/31/province_riordino_riforma_patroni_griffi.html

“Noi non contestiamo i tagli, ma come sono stati fatti. Per noi questo è un progetto da portare avanti ma il governo deve ascoltare i territori perché inaccettabile procedere così”

http://www.rainews24.rai.it/it/news.php?newsid=171006

Il decreto legge in materia di Sanità

http://ippocrate.blog.rainews24.it/2012/10/31/balduzzi-il-decreto-e-legge-marino-pd-dice-no/

PARLAMENTO

Tsunami sull’IDV:  Niente è più come prima

http://www.rainews24.rai.it/it/news.php?newsid=171007

Donadi: Di Pietro se ne vada, l’IDV non è morto

http://www.rainews24.rai.it/it/video.php?id=30441

DEPUTATI PD

 Interrogazione alla Camera : sui “Sentieri” dell’Ilva.

E’ stata presentata, in data  al 30 ottobre scorso, alla Camera dei Deputati, un’interrogazione diretta al ministro della salute Balduzzi riguardo la bonifica del sito Ilva di Taranto. L’interrogazione che vede primo firmatario Ludovico Vico (PD) ha inteso giungere come sollecitazione al Governo ad intervenire al più presto per salvaguardare la salute dei cittadini di Taranto e rendere immediatamente operative le operazioni di bonifica del sito dell’Ilva, già tanto annunciate. Questo il gruppo dei firmatari l’interrogazione: VICO, FRANCESCHINI, D’ALEMA, VENTURA, MARAN, LENZI, BOCCIA, GIACHETTI, QUARTIANI, BELLANOVA, BORDO, CAPANO, CONCIA, GINEFRA, GRASSI, LOSACCO, MASTROMAURO e SERVODIO.

L’interrogazione: i dati del rapporto «Sentieri», presentati dal Ministro a Taranto, il 22 ottobre scorso, sull’aumento dell’incidenza di malattie tumorali attorno all’area dell’Ilva rappresentano un punto di rilevantissima preoccupazione e di un evidente non ritorno sulla situazione di emergenza sanitaria determinatasi;

l’intera comunità nazionale italiana, apprende ancora una volta, che a Taranto insiste un grande, complesso e complicato problema, dal quale nessuno ed alcuna istituzione possono sentirsi esclusi;

sono in gioco la salute di migliaia di cittadini di Taranto e, accanto ad essa, il destino del più grande stabilimento siderurgico d’Europa;

la recente autorizzazione integrata ambientale, invertendo radicalmente la vecchia logica dell’autorizzazione integrata ambientale del 2011, anticipando la direttiva «Unione europea 2016», ponendo con rigorosità i limiti emissivi e i tempi certi sugli interventi da svolgersi, prevedendo la valutazione di danno sanitario, come previsto dalla legge n. 21 del 2012 della regione Puglia, prescrivendo all’azienda i report trimestrali sullo stato di avanzamento dei lavori, dovrà rappresentare la compatibilità del processo industriale con il territorio, con l’ambiente e la salute dei cittadini;

Il Ministro il 23 ottobre scorso ha dichiarato: «per la popolazione di Taranto stiamo mettendo a punto servizi sanitari straordinari. Visto che a Taranto c’è una mortalità maggiore rispetto alla Puglia e al resto della nazione metteremo in campo un intervento sanitario rafforzato ai fini di prevenire e diagnosticare nuove patologie»;

occorre, quindi, che si attuino alcuni interventi prioritari per monitorare e controllare i rischi cui è esposta la popolazione ai fini della prevenzione e della cura delle patologie connesse all’inquinamento industriale in direzione di:

a) uno studio sullo stato della salute della popolazione;

b) uno studio sulle ricadute sanitarie degli altri principali impianti industriali presenti sul territorio (Eni, Cementir e arsenale della Marina militare);

c) la creazione e il potenziamento di presidi di prevenzione e cura connesse all’inquinamento;

d) realizzazione del centro ambiente e salute dell’Organizzazione mondiale della sanità con le istituzioni locali;

e) potenziamento degli organici dell’Arpa Puglia;

f) una deroga per il personale di assistenza sanitaria e prevenzione dell’azienda sanitaria locale Taranto;

occorre, inoltre, un’accelerazione per le bonifiche previste dal decreto-legge 7 agosto 2012, n. 129, convertito, con modificazioni, dalla legge 4 ottobre 2012, n. 171, per la «bonifica per Taranto» e, conseguentemente, predisporre un piano strategico per il risanamento e la riqualificazione di Taranto attraverso l’accordo di programma;

occorre, altresì, assumere tutte le iniziative istituzionali di competenza affinché il consiglio di amministrazione dell’Ilva dichiari rapidamente le proprie intenzioni in relazione agli interventi e misure prescritti dall’autorizzazione integrata ambientale, anche in riferimento ai dati del rapporto «Sentieri» 2003-2009 -:

il gruppo Pd della Camera dei deputati, rappresentato dei firmatari la seguente interrogazione, intende sapere quali iniziative urgenti e strutturali il Governo intenda assumere per affrontare l’emergenza sanitaria a Taranto, anche al fine di chiarire come si intenda procedere con riferimento alle proposte richiamate in premessa.

SENATORI PD

LEGGE SULLE PERSONE SCOMPARSE – DI GIOVAN PAOLO Senatore PD

http://www.partitodemocratico.it/doc/245758/persone-scomparse-di-giovan-paolo-approvata-definitivamente-legge-che-da-risposte-a-familiari.htm

RADICALI : http://www.radioradicale.it/scheda/363845/intervista-a-roberto-di-giovan-paolo-sullamnistia-e-sul-disegno-di-legge-sulla-diffamazione

 Stabilità al Senato

E’ approdato in Commissione Affari Costituzionali del Senato il così detto “Disegno di legge Stabilità”. La Commissione ha dato il via libera, dichiarandosi favorevole, all’esame da parte dell’Aula della “Conversione in legge del decreto-legge 29 ottobre 2012, n. 185, recante disposizioni urgenti in materia di trattamento di fine servizio dei dipendenti pubblici”  a firma Monti – Grilli- Patroni Griffi. Con tale denominazione il testo intende abrogare le norme contenute del d.l. Stabilità n.78 del 2010,  in particolare all’art. 12 comma 10. La Commissione ha riconosciuto che non sussistono presupposti d’incostituzionalità per le modifiche. Via libera quindi, da parte del Senato,  all’eliminazione dell’odioso 2,5% trattenuto illegittimamente dalle P.A. sulle buste paga degli impiegati per fini pensionistici. E già le pubbliche amministrazioni si stanno adeguando alla restituzione del maltolto. Nella seduta del 31 ottobre scorso sono intervenuti il ministro per la pubblica amministrazione e la semplificazione Patroni Griffi e i sottosegretari di Stato alla Presidenza del Consiglio dei ministri Malaschini e per l’interno De Stefano. Lunedi 5 novembre, a partire dalle ore 16, contestualmente ad altri provvedimenti, la commissione esaminerà gli emendamenti alle modifiche del disegno di legge stabilità risultate necessarie per la questione d’incostituzionalità sollevata dalla sentenza della Corte Costituzionale n.223 del 2012. I dipendenti pubblici torneranno, quindi al trattamento di fine servizio, in vigore fino al 2010. Cancellato il passaggio al TFR. 

Il relatore VIZZINI per UDC-SVP-AUT:UV-MAIE-VN-MRE-PLI-PSI, ha illustrato il decreto-legge 185. Restano confermate le modalità di finanziamento delle gestioni previdenziali che erogano i trattamenti di fine servizio, attraverso le aliquote contributive stabilite a carico del datore di lavoro e del lavoratore, e le modalità di computo basate sulla retribuzione percepita al momento della cessazione del servizio, vigenti prima dell’entrata in vigore della disposizione che si intende sopprimere. Conseguentemente, il decreto-legge dispone che i trattamenti di fine servizio, liquidati in base alle disposizioni abrogate, siano nuovamente liquidati, entro un anno, in base alle disposizioni previgenti. Infine, prevede che i processi pendenti aventi a oggetto la restituzione del contributo previdenziale obbligatorio si estinguano di diritto e che le sentenze eventualmente emesse, a eccezione di quelle passate in giudicato, restino prive di effetti.

http://job.fanpage.it/il-governo-torna-al-tfs-niente-rimborso-del-2-5-ai-dipendenti-pubblici/

 Il decreto 185/202

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

Visti gli articoli 77 e 87 della Costituzione;

Vista la sentenza della Corte Costituzionale n. 223 del 2012;

Ritenuta la straordinaria necessita’ ed urgenza di emanare misure finalizzate a salvaguardare gli obiettivi

di finanza pubblica;

Vista la deliberazione del Consiglio dei Ministri, adottata nella riunione del 26 ottobre 2012;

Sulla proposta del Presidente del Consiglio dei Ministri, del Ministro dell’economia e delle finanze e del

Ministro per la pubblica amministrazione e la semplificazione;

Emana il seguente decreto-legge:

Art. 1

1. Al fine di dare attuazione alla sentenza della Corte Costituzionale n. 223 del 2012 e di salvaguardare

gli obiettivi di finanza pubblica, l’articolo 12, comma 10, del decreto-legge 31 maggio 2010, n. 78,

convertito, con modificazioni, dalla legge 30 luglio 2010, n. 122, e’ abrogato a decorrere dal 1° gennaio

2011. I trattamenti di fine servizio, comunque denominati, liquidati in base alla predetta disposizione

prima della data di entrata in vigore del presente decreto sono riliquidati d’ufficio entro un anno dalla

predetta data ai sensi della disciplina vigente prima dell’entrata in vigore del citato articolo 12, comma

10, e, in ogni caso, non si provvede al recupero a carico del dipendente delle eventuali somme gia’

erogate in eccedenza. Ai maggiori oneri derivanti dal presente comma valutati in 1 milione di euro per

l’anno 2012, 7 milioni di euro per l’anno 2013, 13 milioni di euro per l’anno 2014 e in 20 milioni di euro a

decorrere dall’anno 2015, si provvede:

a) quanto a 1 milione di euro per l’anno 2012 mediante corrispondente riduzione della dotazione del

Fondo per interventi strutturali di politica economica di cui all’articolo 10, comma 5, del decreto-legge 29

novembre 2004, n. 282, convertito, con modificazioni, dalla legge 27 dicembre 2004, n. 307;

b) quanto a 7 milioni di euro per l’anno 2013, a 13 milioni per l’anno 2014 e a 20 milioni annui a

decorrere dal 2015, mediante corrispondente riduzione dello stanziamento del fondo speciale di parte

corrente iscritto, ai fini del bilancio triennale 2012-2014, nell’ambito del programma “Fondi di riserva e

speciali” della missione “Fondi da ripartire” dello stato di previsione del Ministero dell’economia e delle

finanze per l’anno 2012, allo scopo parzialmente utilizzando l’accantonamento relativo al Ministero del

lavoro e delle politiche sociali per 7 milioni di euro per l’anno 2013 e l’accantonamento relativo al

Ministero dell’istruzione, dell’universita’ e della ricerca per 20 milioni di euro a decorrere dal 2014.

2. Il Ministro dell’economia e delle finanze e’ autorizzato ad apportare con propri decreti le occorrenti

variazioni di bilancio.

3. I processi pendenti aventi ad oggetto la restituzione del contributo previdenziale obbligatorio nella

misura del 2,5 per cento della base contributiva utile prevista dall’articolo 11 della legge 8 marzo 1968, n.

152, e dall’articolo 37 del testo unico delle norme sulle prestazioni previdenziali a favore dei dipendenti

civili e militari dello Stato di cui al decreto del Presidente della Repubblica 29 dicembre 1973, n. 1032, si

estinguono di diritto; l’estinzione e’ dichiarata con decreto, anche d’ufficio; le sentenze eventualmente

emesse, fatta eccezione per quelle passate in giudicato, restano prive di effetti.

Art. 2

1. Il presente decreto entra in vigore il giorno successivo a quello della sua pubblicazione nella Gazzetta

Ufficiale della Repubblica italiana e sara’ presentato alle Camere per la conversione in legge.

Il presente decreto, munito del sigillo dello Stato, sara’ inserito nella Raccolta ufficiale degli atti normativi

della Repubblica italiana. E’ fatto obbligo a chiunque spetti di osservarlo e di farlo osservare.

Dato a Roma, addi’ 29 ottobre 2012

    Magistrati : Dell’incostituzionalità sollevata dalla sentenza della Corte Costituzionale se ne gioveranno anche i magistrati, ai quali dovrà essere eliminata, dal trattamento pensionistico, la norma che taglia la voce del trattamento dell’indennità integrativa speciale (rectius giudiziaria). Il particolare al comma 1.1.2. della sentenza si legge: “per quanto riguarda le misure incidenti sugli automatismi stipendiali che caratterizzano la progressione economica, il giudice a quo rileva che il meccanismo di blocco prefigurato si porrebbe in contrasto con l’art. 104, primo comma, Cost., in quanto violerebbe il principio per cui il trattamento economico dei magistrati non sarebbe «nella libera disponibilità del potere, legislativo o maiori causa del potere esecutivo» trattandosi di un aspetto essenziale all’attuazione del precetto costituzionale dell’indipendenza. Un tale assunto sarebbe stato più volte ribadito dalla Corte costituzionale, secondo cui il cosiddetto adeguamento automatico rappresenterebbe un elemento intrinseco della struttura delle retribuzioni dei magistrati, diretto alla «attuazione del precetto costituzionale dell’indipendenza» (sentenza n. 1 del 1978), in modo da evitare che questi «siano soggetti a periodiche rivendicazioni nei confronti di altri poteri» (sentenza n. 42 del 1993), concretizzando dunque “una guarentigia” (sentenza n. 238 del 1990). Inoltre, tale tradizione costituzionale sarebbe confermata dagli artt. 2 e 4 della cosiddetta Magna carta dei Giudici, approvata a Strasburgo il 17 novembre 2010 dal Consiglio d’Europa – Comitato consultivo dei Giudici europei (CCJE), la quale, sebbene priva di valore cogente, costituirebbe comunque una fondamentale deliberazione, utile al fine di interpretare le disposizioni interne, esprimendo tale atto «tradizioni costituzionali» dei quarantasette Stati europei che ne sono membri.

http://www.youtube.com/watch?v=8AbG8Um81XU&feature=g-user-u

MACELLUM : http://www.youtube.com/watch?v=gJa-hsZovRo&feature=g-u-u

PARLAMENTO ITALIANO E SANDY

LUPI … A NEW YORK …. ma c’è anche GOZI !

Nonostante l’uragano Sandy abbia devastato anche la Grande Mela, è confermata la maratona di New York. I Parlamentari del Montecitorio Running Club sono in viaggio per correre e fare beneficienza

Bloomberg ha confermato che
la Maratona di New York si svolgerà come da programma domenica e attraverserà tutti i cinque boroughs della città: «Decine di migliaia di persone sono venute da tutto il mondo per questo evento», ha ricordato il sindaco. “New York, la maratona si farà. Ma l’emergenza non è finita ”

CRONACA

La moglie di Bersani e la multa: «È stato un agguato»

http://www.corriere.it/politica/12_novembre_01/bersani-multa-moglie_2cad255c-23f7-11e2-9217-937e87f32cd3.shtml

E’ morta l’architetto Gae Aulenti

http://www.rainews24.rai.it/it/news.php?newsid=170988

PIU’ HALLOWEEN DI COSI ….

http://www.huffingtonpost.it/2012/11/01/halloween-tre-ragazze-morte_n_2055135.html?utm_hp_ref=italy

Seconda puntata di “SERVIZIO PUBBLICO”, il programma di Michele Santoro in onda ogni giovedì, su La7, alle ore 21.10.

http://www.youtube.com/watch?v=iXqdTA6bxM8&feature=g-u-u

USA: Romney: con Obama diventiamo come l’Italia

http://www.corriere.it/esteri/speciali/2012/elezioni-usa/notizie/1nov-romney-con-obama-diventiamo-italia_86c696f4-243d-11e2-9217-937e87f32cd3.shtml

 

FORMEZ

Le news della Pubblica Amministrazione amica: concorsi, servizi, fisco

http://www.youtube.com/watch?v=v9zoxVA99h4&feature=g-u-u

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...