RASSEGNA STAMPA

COMITATO NAPOLETANO BERSANI PRIMO MINISTRO

 

RASSEGNA STAMPA

 

giovedì 1 novembre 2012

1 NOVEMBRE 2012

AUGURI A TUTTI

B.C. J   

IN RISALTO

PRIMARIE

                       

 

L’AGENDA di Pier Luigi Bersani

•Venerdì 2 novembre – Bersani incontra a Milano il candidato cancelliere della Spd, Peer Steinbruck. Al termine dell’incontro, alle 12.00, i due leader terranno una conferenza stampa presso il Circolo della Stampa (Palazzo Bocconi, Corso Venezia, 48)

PRIMARIE TRASPARENZA

La decisione del Garante della privacy dimostra che le regole delle primarie sono “lineari” e che garantiscono “la massima partecipazione”. Lo ha detto Luigi Berlinguer, il prsidente dei garanti del comitato delle primarie: “Il pronunciamento della Autorità garante per la protezione dei dati personali dimostra la linearità del nostro lavoro finalizzato a favorire la partecipazione più ampia possibile in una cornice di trasparenza e regole certe. E’ una grande sfida di democrazia, dunque, che rispetta le regole della privacy”. “Avevamo piena consapevolezza – ha aggiunto Berlinguer – che non ci fosse materia del contendere e di non correre alcun rischio perché partecipazione, trasparenza e regole certe sono la nostra bussola. Avevamo già predisposto che nessuna diffusione dell’Albo fosse prevista fuori degli usi consentiti e in particolare per la diffusione on line. Altrettanto dicasi quanto a consenso antecedentemente richiesto agli interessati, individuazione del trattamento dei dati, ostensione proporzionata alle finalità, punti che nei nostri documenti erano stati contemplati in linea con le norme e la giurisprudenza esistente in materia”.

 

IL TESORIERE PD

Il Garante per la privacy ha convalidato le regole previste e non si capisce quale sia il “problema”. Lo ha detto Antonio Misiani, deputato e tesoriere del Pd: “La decisione del Garante della privacy ha validato per intero le regole stabilite per le Primarie. In particolare è stata confermata la piena legittimità dell’appello pubblico di adesione al centrosinistra quale condizione minima imprescindibile per partecipare alle Primarie nonché elemento di trasparenza e di democrazia”. Ha concluso Misiani: “La pubblicazione on line dell’albo degli elettori non era mai stata prevista e il Garante ne ha semplicemente preso atto. Punto. In sostanza, si è scatenata una tempesta in un bicchiere d’acqua. Dov’era il problema?”.

 

IL GARANTE

http://www.youtube.com/watch?v=i29bJjU3z80&feature=g-user-u

Le domande di Renzi

http://www.repubblica.it/politica/2012/10/31/news/garante_risponde_renzi-45658883/?ref=HREC1-8

 

VENDOLA

Comitato Bersani: bene assoluzione Vendola. Ora tutti al voto per le primarie

“L’assoluzione di Vendola è davvero una buona notizia, non solo per il Governatore della Puglia, ma per l’intero centrosinistra. Da oggi le Primarie diventano un appuntamento di confronto vero tra opzioni diverse nell’ambito di un progetto comune. Ora mobilitiamoci per portare milioni di cittadini a scegliere il candidato premier avendo un unico obiettivo: il bene comune del nostro Paese”. A dichiararlo è Alessandra Moretti, Portavoce del Comitato Bersani.

http://www.youtube.com/watch?v=I3wN7UYhEYM&feature=g-u-u

 

BINDI : termine della candidabilità :  AOtto e Mezzo su La7 intervistata da Lilli Gruber

“Io presenterò la domanda di deroga, poi il partito deciderà. Se penseranno non sarò più utile mi farò da parte”. Lo ha detto il presidente dell’Assemblea nazionale del Pd, Rosy Bindi,

 

BERSANI CIVISMO

“Vi ringrazio per quell’infaticabile impegno da voi profuso per la costruzione di una cittadinanza più consapevole e partecipe, abbiamo bisogno di questa nuova stagione di civismo, le forze politiche da sole non riusciranno a ricostruire l’Italia”. E’ quanto scrive il segretario del Pd PierluigiBersani in un messaggio inviato questa mattina in occasione della manifestazione ‘Cresce il welfare, cresce l’Italia’, organizzata dalla rete composta da decine e decine di associazioni impegnate nel sociale per chiedere al governo e al Parlamento più investimenti. Bersani ha osservato che “solo dal costante e franco confronto tra politica e società civile organizzata potrà nascere un progetto ed un percorso in grado di interpretare tutti i bisogni e le potenzialità di questo Paese”.

Il Segretario del PD Pier Luigi Bersani ha inviato un messaggio in occasione della manifestazione “Cresce il Welfare, cresce l’Italia”, organizzata dalla rete composta da decine e decine di associazioni impegnate nel sociale, per chiedere al governo e al Parlamento più investimenti. “In queste ore intense e difficili per la vita politica del nostro Paese, voglio che arrivi in modo formale e convinto il sostegno del Partito Democratico alla vostra manifestazione e all’impegno costante e tenace delle vostre organizzazioni sia nel garantire una qualità della vita dignitosa a tante persone in difficoltà, sia nel rappresentare quei bisogni e quelle potenzialità che spesso la politica in questi anni sembra aver dimenticato. In questi mesi – ha ricordato Bersani – con molti dei vostri rappresentanti ci siamo incontrati sia per un confronto sulla carta d’intenti, sia nella festa nazionale di Piacenza che ci ha consentito di affrontare insieme tutti i temi che voi richiamate. Sapete bene che il Partito Democratico non ha mai accettato il ridimensionamento del welfare operato dal precedente Governo e che nei nostri documenti è ben chiaro la funzione del welfare come fattore di sviluppo e coesione sociale. La cifra del nostro impegno a sostegno del Governo Monti è in quel nesso inscindibile tra rigore, crescita ed equità che ancora fa fatica a trovare conferma nelle scelte concrete. È per questo – prosegue Bersani – che proprio in queste ore siamo impegnati a modificare una legge di stabilità che rappresenta un nuovo attacco alle difficili condizioni di vita di tante persone e di tante famiglie. Non si può immaginare di operare risparmi per lo Stato riducendo i servizi essenziali alle persone, la sanità, la scuola, il welfare. Ci siamo sempre detti d’accordo per lavorare ad una seria lotta agli sprechi e alle inefficienze, ma in quest’ottica i tagli lineari non sono utili. Alcune misure puntuali, come l’aumento dell’Iva alle cooperative o la tassazione delle pensioni di guerra – ha affermato più in particolare il Segretario del PD – sono modi inaccettabili di fare cassa scaricando sulle persone più fragili ancora una volta gli obiettivi di risanamento. Ma siamo consapevoli che in una crisi che colpisce in modo così duro non basta evitare ulteriori danni: c’è bisogno non solo di invertire la rotta ma anche di rilanciare e ripensare un modello di welfare universale, costruito col protagonismo dei diversi attori presenti sui territori e la partecipazione attiva dei diretti interessati. Per questo nel condividere le motivazioni che vi hanno spinto a costruire una grande rete di confronto e collaborazione su questi temi e ad organizzare la manifestazione, vi posso assicurare – sostiene Bersani – che il Partito Democratico farà tutto il possibile in Parlamento per migliorare le norme contenute nella legge di stabilità, e per individuare le coperture per avviare una inversione di rotta sui fondi nazionali che sono stati azzerati. A testimoniare il nostro sostegno – ha concluso Bersani – una delegazione del PD è con voi in piazza, e disponibile a continuare il confronto e la collaborazione con voi, per esprimere il dissenso ad ulteriori tagli e per manifestare solidarietà ai tanti operatori che ogni giorno nelle nostre città lavorano con fatica, abnegazione per garantire servizi, qualità della vita per le persone e le famiglie che troppo spesso si sentono sole. Vi ringrazio anche per quell’infaticabile impegno da voi profuso per la costruzione di una cittadinanza più consapevole e partecipe, abbiamo bisogno di questa nuova stagione di civismo, le forze politiche da sole non riusciranno a ricostruire l’Italia, ma solo dal costante e franco confronto tra politica e società civile organizzata potrà nascere un progetto ed un percorso in grado di interpretare tutti i bisogni e le potenzialità di questo Paese”.

http://www.partitodemocratico.it/doc/245718/cresce-il-welfare-cresce-litalia.htm

http://www.youtube.com/watch?v=CblupFYEfAU&feature=g-user-u

http://www.giornaleradiosociale.it/

 

PARLAMENTO

PD:  NEWS della settimana da MONTECITORIO

http://www.youtube.com/watch?v=0lQea0kkZJQ&feature=g-u-u

 E NIENTE … E’ CRISI ANCHE PER LUI !

[BERLUSCONI IN MINORANZA NON PAGA

http://www.repubblica.it/politica/2012/11/01/news/ira_berlusconi_primarie-45700947/?ref=HREA-1 ]

 

MONTI

Il Consiglio dei ministri, che si è concluso ieri sera poco prima della mezzanotte, ha approvato il decreto legislativo che recepisce la direttiva europea sui ritardi di pagamento nelle transazioni commerciali tra imprese, e tra Pubbliche Amministrazioni e imprese.

Nella nota diffusa da Palazzo Chigi al termine del Consiglio dei ministri si spiega che “nonostante il termine per il recepimento della direttiva sia fissato al 16 marzo 2013, il Governo ha voluto provvedere ad una sua attuazione anticipata dal 1° gennaio 2013 in considerazione della importanza della normativa nonché dell’opportunità peculiare di garantire, in questo momento, le imprese e più “L’Italia – prosegue la nota – è il primo grande Paese europeo a dare attuazione alla direttiva. Il decreto legislativo è il frutto di una intensa attività di coordinamento del Ministro per gli Affari Europei con il Ministro co-proponente della Giustizia”. Palazzo Chigi spiega che “l’Italia si dota, così, in anticipo sui tempi europei di una più rigorosa disciplina per contrastare i ritardi di pagamento, in particolare per quanto riguarda le Pubbliche Amministrazioni. Sono così assicurati termini certi di pagamento: di norma trenta giorni, che non possono comunque superare i sessanta, consentiti solo in casi eccezionali”. Il decreto prevede, altresì, “una maggiorazione del tasso degli interessi legali moratori, che passa dal 7% all’8% in più rispetto al tasso fissato dalla BCE per le operazioni di rifinanziamento”. Per quanto riguarda i rapporti tra imprese, “il decreto legislativo dispone un regime rigoroso stabilendo che il termine di pagamento legale sia di trenta giorni e che termini superiori a sessanta giorni possano essere previsti solo in casi particolari e in presenza di obiettive giustificazioni”. specificatamente le piccole e medie imprese”.

IL PONTE SULLO STRETTO : nessun cofinanziamento – si rimanda. Non è nei progetti corridoi Europei transfrontalieri

Il Consiglio dei ministri ha deciso di prorogare, per un periodo complessivo di circa 2 anni, i termini per l’approvazione del progetto definitivo del Ponte sullo stretto di Messina al fine di verificarne la fattibilità tecnica e la sussistenza delle effettive condizioni di bancabilità. La decisione, si legge nel comunicato della Presidenza CdM, “è motivata dalla necessità di contenimento della spesa pubblica, vista anche la sfavorevole congiuntura economica internazionale, ed è in linea con la proposta della Commissione europea dell’ottobre 2011 di non includere più questo progetto nelle linee strategiche sui corridoi trans-europei. Solo tali opere, infatti, possono godere del co-finanziamento comunitario” “Qualora – prosegue la nota – in questo periodo di tempo non si giungesse a una soluzione tecnico-finanziaria sostenibile, scatterà la revoca ex lege dell’efficacia di tutti i contratti in corso tra la concessionaria Stretto di Messina spa e il contraente generale, con il pagamento delle sole spese effettuate e con una maggiorazione limitata al 10%. Questa nuova procedura dovrà essere accettata dal contraente generale tramite la sottoscrizione di un atto aggiuntivo al contratto vigente”. “In ogni caso – conclude la nota – durante il periodo di proroga, previa deliberazione del Cipe, potranno comunque essere assicurati sui territori interessati interventi infrastrutturali immediatamente cantierabili, a patto che presentino una funzionalità autonoma e siano già compresi nel progetto generale”

 

ANTICORRUZIONE

Con 480 sì, 19 contrari e 25 astenuti l’Aula ha dato il via libera al provvedimento su cui era stata concessa la fiducia il 30 ottobre. L’Idv ha votato contro. Il ministro Severino: “Norma su incandidabilità dei condannati in tempo per elezioni 2013”

http://tg24.sky.it/tg24/politica/2012/10/31/ddl_anticorruzione_ok_camera_testo_diventa_legge.html

LAVORO  E STABILITA’

Legge di Stabilità: no ad attacco ai più deboli, la cambieremo

“La cifra del nostro impegno a sostegno del Governo Monti è in quel nesso inscindibile tra rigore, crescita ed equità che ancora fa fatica a trovare conferma nelle scelte concrete. È per questo che proprio in queste ore siamo impegnati a modificare una legge di stabilità che rappresenta un nuovo attacco alle difficili condizioni di vita di tante persone e di tante famiglie”.

http://www.youtube.com/watch?v=8AbG8Um81XU&feature=g-user-u

MACELLUM : http://www.youtube.com/watch?v=gJa-hsZovRo&feature=g-u-u

 

IL MINISTRO GRILLI : Via tagli all’Irpef

http://tg24.sky.it/tg24/politica/2012/10/31/legge_stabilita_irpef_iva_cuneo_fiscale_modifiche.html

PROVINCE

Il Consiglio dei ministri vara il riordino degli enti locali nelle regioni a statuto ordinario. Da gennaio decadranno le giunte, mentre a novembre 2013 verranno eletti i nuovi vertici. Il nuovo sistema a regime dal 2014

http://tg24.sky.it/tg24/politica/2012/10/31/province_riordino_riforma_patroni_griffi.html

FIAT

Decisione di Fiat di mettere in mobilità 19 lavoratori per poter rispettare l’ordinanza della Corte d’Appello di Roma

Landini: Sciopero 14 novembre e la Cgil manifesti a Pomigliano.

L’atto dell’azienda è contro la Costituzione, tutti i sindacati rispondano

“Un atto contro la Costituzione del nostro paese, illegittimo e grave a cui tutti i sindacati devono rispondere perché così si mette in discussione la libertà delle persone”. Così ai microfoni del TgLa7 di Enrico Mentana il segretario generale della Fiom Maurizio Landini ha commentato la decisione di Fiat di mettere in mobilità 19 lavoratori dello stabilimento di Pomigliano.

“Dentro le motivazioni dello sciopero generale proclamato dalla Cgil il 14 novembre ci deve essere anche il reintegro di questi lavoratori e di tutti i lavoratori della Fiat: noi proponiamo di manifestare a Pomigliano – chiede Landini – e chiediamo anche alle altre organizzazioni sindacali di sostenere e chiedere il ritiro dei licenziamenti”.

La risposta di MARCHIONNE su Milano Finanza : http://www.milanofinanza.it/news/dettaglio_news.asp?id=201211010823479196&chkAgenzie=TMFI&sez=news&testo=&titolo=MARCHIONNE/Resto%20in%20Italia,%20ma%20non%20mi%20mettano%20i%20piedi%20in%20testa.%20%20Alfa%20e%20Maserati%20contro%20Mercedes%20e%20Bmw 

FORMEZ

Le news della Pubblica Amministrazione amica: concorsi, servizi, fisco

http://www.youtube.com/watch?v=v9zoxVA99h4&feature=g-u-u

 

SANDY

OBAMA : “WE ARE HERE FOR YOU”

http://www.youtube.com/watch?v=VDIHNc15zHc&feature=g-u-u

EFFETTO SANDY SULLE ELEZIONI USA

http://www.youtube.com/watch?v=CamXWfHuj_s&feature=g-u-u

 

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...