SHAKESPEARE e la questione democratica

La questione democratica ovvero questione di alleanze, questione forma partito, questione rapporto con la base.
“…. se sia più nobile nella mente soffrire i colpi di fionda e i dardi dell’oltraggiosa fortuna o prendere le armi contro un mare di affanni e, contrastandoli, porre loro fine”
La questione democratica nel Pd assomiglia tanto al dilemma amletico dell’Essere o non essere. Conviene essere socialisti ed affrontare un evidente seppur leggero ridimensionamento europeo o progressisiti di sinistra e tentare un’avventura tutta da decidere ma già di per sè ancorata ad un recente passato.
Oppure confluire nel PPE europeo tuttavia incerto nelle sue prospettive optando per un’alleanza con la Lega, dall’antico sapore democristiano del nord ma con forti istanze antipatriottiche e federaliste radicali, oppure tentare l’avventura del centro di matrice ex democristiana ma  “romano” … Seguire i laburisti o i progressisti o gli antichi popolari …. oppure lanciarsi in un’alleanza con Italia dei Valori e far combaciare le anime giustizialiste e garantiste ricercando la quadratura del cerchio?
Chi ha detto che fare il Segretario di un Partito è comodo e facile?
Magari si potrebbe inventare una formula del tipo : Pd – socialisti-progressisti-moderati di sinistra radiacale.
E come affrontare la questione platea, utenza, cittadini, simpatizzanti, politica del fare…
Insomma l’ironia è facile, la soluzione difficile, la critica ingiusta. E perchè. Perchè da soli abbiamo visto non si può più. Perchè il nostro Segretario Bersani si sta muovendo bene. E’ guardingo ma avanzato, tasta il terreno ma si riserva di decidere. Mantiene la barra dritta e avanza tra un mare di scogli. Faraglioni come il caso Penati, con un partito da tenere insieme, con tanti leaders e molte criticità. Gli auguriamo di non scivolare come Ophelia e di non fare la fine di Amleto ma di essere Cesare in battaglia. E se poi vuol tenere Annibale del 10% per mano faccia pure. Noi lo seguiremo sempre ma si ricordi che Annibale resta sempre Annibale, mentre Di Pietro è più simile a noi occidentali e un pò più distante da Casini…  Personalmente tra laburisti, progressisti, moderati ed avanzati … preferisco gli innovatori … mi stanno tanto simpatici che devo fà. Forza Bersani!🙂 Un unico consiglio: mantieni forte il dialogo con la base.. è la tua vera forza.

3 pensieri su “SHAKESPEARE e la questione democratica

  1. Write more, thats all I have to say. Literally, it seems as though you relied on the video to make your point.
    You obviously know what youre talking about, why waste your intelligence on just posting videos to your weblog when you could be
    giving us something informative to read?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...